Cercoetrovo News
facebook sharing button
messenger sharing button
whatsapp sharing button
telegram sharing button
5 regole per non sprecare acqua

5 regole per non sprecare acqua

Il nostro Paese è tra gli stati europei più idrovori dell’UE (dati ISTAT): il prelievo di acqua potabile per abitante è altissimo e per soddisfare questa costante richiesta vengono sfruttate prevalentemente acque sotterranee, sorgenti e pozzi (84,8% del totale prelevato).

Ma quanto consumiamo in termini di acqua dolce?

In Italia si consumano circa 153 metri cubi annui per abitante (in Europa consuma più di noi solo la Grecia con 157 metri cubi/anno).

E’ un consumo ottimale o ci sono degli sprechi? Beh, il rapporto di UNICEF-OMS sul consumo di acqua nel mondo rivela che nel nostro Paese gli sprechi di questa preziosa risorsa sono elevati. Analogamente, un rapporto delle Nazioni Unite spiega che, nel 2050, il 52% della popolazione mondiale subirà problemi legati alla scarsità di acqua dolce.

Qualche dato? A fronte di un consumo annuo del 30-35% delle proprie idriche disponibili, è stato scoperto che in Italia circa la metà viene sprecata.

Ma quindi il futuro dell’acqua potabile è a rischio?

Di certo c’è che si registreranno crescenti problemi di approvvigionamento anche per effetto dei cambiamenti climatici. Dato che il consumo di acqua per abitante si è sestuplicato nell’arco di 100 anni, diventa quindi necessario fare il possibile per evitare sprechi ed educare ad un consumo consapevole di questa risorsa. Ciascuno nel suo piccolo, può contribuire alla salvaguardia di questo bene.

Non servono grandi azioni, ma piccoli gesti quotidiani.

Ecco allora le 5 regole che tutti noi possiamo seguire per ridurre il consumo e lo spreco di acqua.

1. Chiudere il rubinetto e usare miscelatori

Sembra banale, ma un piccolo gesto come quello di chiudere l’acqua può far risparmiare dagli 8 ai 10 litri di acqua al minuto. Ricordarsi di effettuare anche i piccoli gesti quotidiani come lavare verdure o stoviglie non sotto l’acqua corrente consente di usare una moderata quantità d’acqua. Anche far installare miscelatori nei rubinetti di casa riduce gli sprechi d’acqua: mescolando aria e acqua infatti una famiglia media di 3 persone sarà in grado di risparmiare circa 6mila litri di acqua all’anno.

2. Ridurre il consumo di acqua

Una doccia veloce (al posto del bagno nella vasca) può far diminuire i consumi del 75%. Allo stesso modo, regolare lo scarico consentirà di usare in modo più funzionale l’acqua installando una cassetta a doppia pulsantiera per regolare il getto d’acqua del wc.

3. Razionare e riusare l’acqua in eccesso

L’acqua in eccesso (dall’acqua di cottura a quella della condensa dei condizionatori, passando per l’acqua piovana) può sempre essere riutilizzata per secondo scopi, come innaffiare le piante o pulire i pavimenti. Mai buttarla!

4. Controllare lo stato delle tubature e dell’impianto idraulico

E’ bene effettuare periodici controllo sullo stato delle tubature: forse può sembrare una cosa da poco, ma anche una piccolissima perdita d’acqua può provocare sprechi di migliaia di litri all’anno. Se ci si accorge di una perdita è necessario intervenire subito per bloccarla!

5. Ottimizzare i consumi

Anche l’uso degli elettrodomestici gioca un ruolo importante nella lotta allo spreco d’acqua: riempire a massimo carico lavatrice, lavastoviglie ed asciugatrice (senza sovraccaricarle) aiuterà a ridurre il consumo in modo intelligente evitando di far partire lavaggi quando non è necessario. Lo sapevi che una lavastoviglie consuma in media 18/30 litri di acqua ogni lavaggio mentre una lavatrice ne consuma dai 60 ai 90?


Resta sempre aggiornato sulle ultime news di Cerco&Trovo.
Seguici sui nostri canali social