Cercoetrovo News
facebook sharing button
messenger sharing button
whatsapp sharing button
telegram sharing button
Bollette luce trucchi per ridurre i costi

Bollette luce trucchi per ridurre i costi

Scopri come ridurre i consumi della luce

Dal 1°di ottobre sono aumentate le bollette di luce (+29,8%) e gas (+14,4%) e il nostro portafogli rischia di sgonfiarsi prestissimo, se già non lo è. Se a questo sommiamo l’aumento del prezzo del carburante (con benzina e gasolio che costano oggi oltre il 20% in più rispetto a un anno fa) rischiamo a fine mese di trovarci dentro solo le fototessere e qualche ragnatela. 

Caro bollette: ma quanto ci costi?

Stando ai dati diffusi dal Codacons, l’associazione che difende i diritti degli utenti e dei consumatori, dal 1° di ottobre i costi per una «famiglia tipo» aumenteranno in un anno di  +799 euro, a cui vanno sommati +344 euro di caro carburante, +183 euro per l’elettricità e +155 euro per il gas. Facendo due conti: un aumento medio di 1.481 euro all’anno per famiglia. 

Scopri gli ultimi annunci pubblicati su Cerco&Trovo:

Occhio ai consumi: dove e quanto tagliare?

Occorre correre subito ai ripari per cercare di limitare l’impatto dell’aumento in bolletta: ma prima di iniziare a cambiare strategia di consumo per risparmiare su gas e elettricità, è importante scoprire quanto consumiamo.

Molti fornitori di energia o di gas hanno già realizzato delle loro app gratuite con cui ogni singolo utente potrà gestire e monitorare la propria fornitura e i propri consumi. Ma esistono anche altre app per controllare i consumi, come Energy Consumption Analyzer, disponibile per Android su Google Play con cui si possono monitorare contemporaneamente i consumi di luce, gas e acqua. 

Generalmente dopo aver inserito i dati queste app calcolano il tasso medio di consumo per ora, giorno, settimana o mese e restituiscono i dati in un grafico che mostra il tasso di consumo nel tempo. Una volta misurato l’utilizzo di luce, acqua e gas sarà più facile identificare le aree dove effettuare dei tagli in termini di consumi.


Resta sempre aggiornato sulle ultime news di Cerco&Trovo.
Seguici sui nostri canali social

Correre ai ripari: come risparmiare nella bolletta della luce?

Ecco 9 consigli per risparmiare sulla bolletta dell’energia: 

1. Scegli e confronta la tariffa adatta ai tuoi consumi.

Partendo dai consumi, occorre valutare le fasce orarie e i giorni in cui si usano gli elettrodomestici (solo nelle ore serali, nei weekend o durante tutta la giornata). Vanno a questo punto confrontate tra di loro le diverse offerte dei fornitori optando per quella che risulta più conveniente. Andando alla ricerca delle tariffe più economiche, si possono risparmiare centinaia di euro al mese. 

2. Spegni i dispositivi elettronici che non usi.

Punta al risparmio energetico: non basta spegnere un elettrodomestico per smettere di consumare energia elettrica. I dispositivi elettronici infatti continuano a consumare energia, seppure in piccole quantità, anche in modalità standby. Per risparmiare davvero sulla bolletta della luce si possono staccare le prese della corrente o utilizzare le ciabatte con l’interruttore.

3. Forno vs microonde.

Il forno tradizionale richiede molta più energia per cucinare o scaldare i vostri piatti, utilizzare il microonde ridurrà notevolmente l’importo di energia utilizzato.

4. Usa elettrodomestici con classe energetica più performante.

Se consideriamo che il costo di un kWh si aggira attorno agli 0,2 euro, scegliere elettrodomestici con classe energetica più performante aiuterà a ridurre il costo medio dell’uso di questi elettrodomestici nelle bollette.

Un esempio? Una lavatrice di classe A+++ consumerà in un anno circa 180 KWh e quindi contribuirà alla bolletta per circa 36 euro (avendo un’efficienza energetica del 48% in più rispetto a un modello analogo di classe A).

5. Accorgimenti per il frigorifero.

Posto che avere un modello di classe energetica più performante lo renderà meno dispendioso (è uno degli elettrodomestici che resta sempre acceso e in funzione durante l’anno), si può ridurre il suo consumo scegliendo di non impostare al minimo la temperatura del frigorifero ma lasciandola tra i 1,5° e i 3° (per quella del freezer vanno bene -18°). Inoltre va scelto un frigo adatto alle esigenze della famiglia: più grande è il frigorifero, maggiore sarà il suo consumo. Utilizzare un frigorifero più piccolo può contribuire a risparmiare fino a 200 euro all’anno.

6. Sostituisci le lampadine con quelle a LED.

Sostituire le vecchie lampade a incandescenza con quelle a LED di ultima generazione è una scelta che permette di risparmiare non poco in bolletta.

Sebbene costino di più di quelle a incandescenza, dopo circa 6-8 mesi di utilizzo avremo già compensato i costi di acquisto e dal momento che che non solo sono più efficienti del 75-85% di quelle normali ma che durano anche 15-25 volte di più, tutto quello che risparmierete da quel momento si trasforma in un guadagno netto.

Scopri gli ultimi annunci pubblicati su Cerco&Trovo:

7. Monitorare il consumo di acqua calda.

L’acqua calda è il secondo fattore che pesa di più sulla bolletta della luce. Oltre a verificare che non vi siano perdite e a fare attenzione a non sprecarla, per ridurre i costi legati al consumo è possibile: fare docce più brevi (riducendo il tempo passato sotto la doccia si risparmieranno diverse decine di litri d’acqua al giorno, il che ridurrà non poco la bolletta dell’elettricità necessaria per riscaldarla); sostituire la testina per doccia con una a risparmio energetico (si consiglia uno con flusso minore di 2,5 gpm) diminuendo il flusso d’acqua pur avendo un getto costante e potente; ridurre la temperatura della caldaia quando si  riscalda l’acqua (si consiglia di impostarla a 50°C).

8. Calibra bene il termostato.

Una grossa fetta del consumo di elettricità è destinato al riscaldamento: per ridurre i costi basta impostare il termostato in maniera intelligente per ridurre il consumo.

Abbassando ad esempio il termostato anche di soli due gradi è possibile risparmiare fino al 5% mentre ridurre la temperatura di 5° fa risparmiare fino al 10%.

9. Fare il bucato in modo efficiente.

Per risparmiare quando viene fatto il bucato si consiglia: di far partire la lavatrice solo quando il cestello è pieno (non quindi per pochi indumenti); di lava i tuoi vestiti a temperature più basse, visto che più l’acqua è calda, più costa; di stendere i panni per farli asciugare invece di usare l’asciugatrice.

Per chiudere ecco un altro consiglio:

per contrastare efficacemente il caro bollette è bene abbinare a questi consigli pratici altri comportamenti e scelte di consumo, utilizzando trucchi pratici per ridurre i costi nelle bollette del gas e su come risparmiare facendo una spesa intelligente.


Resta sempre aggiornato sulle ultime news di Cerco&Trovo.
Seguici sui nostri canali social