Cercoetrovo News
facebook sharing button
messenger sharing button
whatsapp sharing button
telegram sharing button
Congedo matrimoniale: come ottenere l’assegno

Congedo matrimoniale: come ottenere l’assegno

L’INPS comunica che è attiva la nuova modalità per l’invio delle domande per ottenere l’assegno di congedo matrimoniale. Chi risulterà in possesso dei requisiti potrà compilare e trasmettere la domanda seguendo le istruzioni fornite dall’Istituto.

Cos’è l’assegno per il congedo matrimoniale?

L’assegno per congedo matrimoniale è una prestazione previdenziale, prevista per alcune tipologie di lavoratori, concessa in occasione di un congedo straordinario per matrimonio civile o concordatario, o unione civile da fruire entro i 30 giorni successivi alla data dell’evento.

Si tratta quindi di un aiuto economico messo a disposizione di specifiche categorie di lavoratori che celebrano le proprie nozze con rito civile o concordatario o unione civile. L’Assegno non viene erogato quindi a chi contrae il solo matrimonio religioso.

Scopri gli ultimi annunci pubblicati su Cerco&Trovo:

Chi può richiederlo?

Possono beneficiarne entrambi i coniugi/parti di unione civile, se ne hanno diritto. L’agevolazione viene concessa una sola volta. Possono beneficiare anche i vedovi, i divorziati e coloro che sono sciolti da unioni civili.

A chi spetta? A operai, apprendisti, lavoratori a domicilio, marittimi di bassa forza, dipendenti da aziende industriali, artigiane e cooperative che:

L’Assegno spetta anche ai richiedenti che non siano dipendenti di:

A quanto ammonta?

L’importo è pari a sette giorni di retribuzione (otto giorni per i marittimi). INPS paga direttamente l’Assegno ai lavoratori disoccupati, ai richiamati alle armi, ai marittimi di bassa forza, ai lavoratori che non siano in servizio per malattia o sospensione del lavoro, mentre per i lavoratori occupati l’erogazione avviene tramite i datori di lavoro.


L’Assegno non è cumulabile con le prestazioni di malattia, maternità, Cassa Integrazione ordinaria e straordinaria, trattamenti di disoccupazione ( NASpI ), perché sono sostitutive della retribuzione.

Foto da Canva

Come presentare domanda?

E’ possibile presentare la domanda per richiedere l’assegno per congedo matrimoniale attraverso l’apposito servizio online sul sito di INPS.

In alternativa sarà possibile presentarla attraverso:

Gli aventi diritto alla prestazione, oltre alla dichiarazione di essere in possesso di tutti i requisiti previsti, dovranno presentare anche le dichiarazioni relative a:

L’INPS effettua il pagamento tramite bonifico presso l’ufficio postale o mediante accredito su conto corrente bancario o postale. Nel caso di accredito su conto corrente è possibile indicare sia IBAN nazionali che esteri su circuito SEPA.

I lavoratori occupati devono presentare la domanda al datore di lavoro alla fine del congedo e non oltre 60 giorni dalla data del matrimonio/unione civile allegando la relativa documentazione.

Foto di copertina: da Canva


Resta sempre aggiornato sulle ultime news di Cerco&Trovo.
Seguici sui nostri canali social